Pubblicazioni

pubblicazioni 2002

Bodo S., Ciocca P., Moreschini L. e W. Santagata, (2002), “Il Progetto Science Center e il Sistema della Divulgazione Scientifica e Tecnologica a Torino”.

I distretti culturali museali. Le collezioni sabaude di Torino.

Questo saggio è dedicato ad un progetto innovativo di politica culturale: la costruzione del Distretto Museale delle Collezioni Sabaude di Torino. L’innovazione consiste nell’identificazione di un modello di offerta dei beni culturali molto vicino all’esperienza dei distretti industriali della Terza Italia e, si spera, al loro successo. Le Collezioni Sabaude presentate al pubblico non isolatamente, ma in un contesto unitario e distrettuale, accrescono il loro potere di attrazione e comunicazione fino a saldarsi in un unico marchio su cui la città potrà investire per accumulare reputazione internazionale e sviluppare le risorse indotte nel settore turistico.

Distretto culturale e gestione dei diritti di proprietà. La ceramica di Caltagirone

Lo scopo di questo saggio è di analizzare gli aspetti istituzionali del distretto culturale della ceramica di Caltagirone. Con lo sviluppo dei mercati dei beni immateriali, delle idee, delle forme e del design la tutela della proprietà intellettuale assume un significativo valore strategico, al quale si deve rapportare una politica pubblica attenta allo sviluppo economico sostenibile di un’industria localizzata (Benghozi e Santagata, 2001). In questo senso riteniamo che l’ingresso nella fase industriale post fordista della flessibilità organizzativa e la transizione ai mercati globali sia facilitata dall’assegnazione di diritti di proprietà individuali e collettivi.

Creativity, Fashion and Market Behavior

This paper aims to reveal some of the limitations of market behavior analysis concerning creative goods, using the world of fashion as a backdrop for discussion of the economic effects and idiosyncratic characteristics of creative endeavors. In this sense, it contributes to a social interpretation of economic theory, in so far as a society is defined by the place and the time of its development.

Le due culture. Alle orgini del distretto culturale delle Langhe.

Protagoniste di questo saggio introduttivo sono due culture, o interpretazioni, di uno dei mondi produttivi più antichi dell’umanità: quello del succo spremuto dall’uva che gli arabi chiamavano khamr, i greci oînos e noi latini vinum. Definiremo convenzionalmente due modelli di cultura: la cultura del mercato e la cultura materiale.
Questo primo studio sul distretto culturale delle Langhe è diviso in due parti. Nella prima si presentano i caratteri salienti delle due culture in una prospettiva storica e teorica. Nella seconda le due culture sono analizzate nel contesto attuale, fatto di eventi, manifestazioni e richiami turistici.