ROLLI LAB: la Call for Ideas per il sito UNESCO di Genova

È aperto il bando Rolli Lab per la ricerca di idee innovative con l’obiettivo di valorizzare l’impatto del Sito Patrimonio Mondiale UNESCO “Genova: Le Strade Nuove e il sistema dei palazzi dei Rolli” sulla città.

 

 

 

 

 


 

Dal 28 febbraio fino al 18 aprile 2022 è possibile presentare proposte progettuali innovative concernenti il sito UNESCO in quattro ambiti di interesse:

Genova Tutela: per la conservazione e il monitoraggio del patrimonio.
Genova Promuove: per la promozione della città vecchia e la valorizzazione del sistema dei palazzi dei Rolli e delle Strade Nuove.
Genova Coinvolge: per stimolare un maggior coinvolgimento dei cittadini.
Genova Accoglie: per il visitor management e l’accessibilità del patrimonio culturale.

 

 

Il bando si rivolge ad aspiranti progettisti e imprenditori, start-up, piccole e medie imprese, associazioni, spin-off e persone fisiche che potranno candidarsi singolarmente o in team.

 

Il percorso sarà strutturato in 3 fasi:
– una prima fase di lancio della call e formazione (il 24 marzo 2022 si terrà un webinar di capacity building a cura di Fondazione Santagata);
– una seconda fase di selezione delle idee finaliste;
– una terza fase di promozione e sviluppo delle idee vincitrici e integrazione con il Piano di gestione 2020-24.
I vincitori saranno premiati durante i Rolli Days.

 

 

 

Rolli Lab è un’iniziativa progettata dal Comune di Genova in partenariato con la Fondazione Santagata per l’Economia della Cultura come strumento per l’attuazione del Piano di Gestione 2020-24 del Sito UNESCO, con l’obiettivo di creare, attraverso il supporto offerto alle idee più creative, una relazione dinamica tra patrimonio storico e innovazione, tra centro storico e città, favorendo un approccio inclusivo e sostenibile volto all’integrazione territoriale, alla valorizzazione urbana, all’accessibilità e fruibilità dei luoghi, con una particolare attenzione dedicata alle ricadute economiche sul territorio interessato. 

 

VIDEO: gli interventi del workshop di capacity building