L’impatto di Europa Creativa in Italia (2014-2020)

Nel settennato 2014-2020 l’Italia ha partecipato 515 volte a progetti Europa Creativa – Sottoprogramma Cultura, essendo leader 136 volte, con un risultato migliore in termini assoluti rispetto agli altri grandi Paesi comparabili.
Parimenti hanno partecipato a Europa Creativa – Sottoprogramma MEDIA 133 organizzazioni, alcune delle quali hanno candidato più progetti, risultando quindi selezionate in diverse call.
Nella pubblicazione “L’impatto di Europa Creativa in Italia (2014-2020)” sono stati esplorati gli impatti principali del Programma sulle organizzazioni italiane, riconoscendo l’importanza che ha avuto nei processi di internazionalizzazione, nell’acquisizione di nuove competenze, nel favorire l’innovazione dei modelli e dei processi di gestione, nell’ampliare e diversificare il pubblico.

Lo studio mette in luce sia le opportunità che il Programma 2014 – 2020 ha offerto ai settori, compreso l’audiovisivo, sia i punti di debolezza. Sia gli uni che gli altri contribuiscono a comprendere meglio quali siano le attese delle imprese culturali e creative e quali siano gli strumenti da attivare al fine di offrire un contributo effettivo e strategico, a livello nazionale, per lo sviluppo di queste diversificate e complesse tipologie di impresa.

 

PARTNER

La ricerca “L’impatto di Europa Creativa in Italia (2014-2020)” è stata commissionata dal Ministero della Cultura – Segretariato Generale a Fondazione Santagata con il supporto del Creative Europe Desk Italia – Ufficio Cultura e Uffici Media, in partenariato con Istituto Luce Cinecittà.

 

INFO

È possibile scaricare il rapporto di ricerca completo qui.