Fondazione Santagata, Economia della cultura, delle istituzioni e della creatività

L’idea che anima il Fondo è che la formazione sia lo strumento principale per rendere il patrimonio culturale un driver di sviluppo economico e sociale ma anche occasion di scambio e dialogo a livello internazionale e di contributo di pace.

Contribuisci alla crescita di giovani studentesse e professioniste provenienti  da contesti in difficoltà.

I percorsi formativi offerti ai giovani sono Master, corsi di formazione online e stage in enti o aziende del settore.

1

Erogazione di borse di studio per facilitare l’accesso a programmi di alta formazione e Master Universitari.

2

Formazione a distanza:  per rafforzare le competenze nella progettazione e gestione di progetti culturali, con attenzione particolare ai rapporti con agenzie e enti internazionali.

3

Stage e tirocini formativi presso enti e istituzioni culturali riconosciute a livello internazionale.

Lo studio e la formazione sono fondamentali per porre solide basi su cui costruire competenze e strumenti in ambito lavorativo e investire su giovani studentesse e studenti meritevoli.

Entrambi rappresentano uno strumento per tutelare e valorizzare le comunità ed il territorio.

Walter Santagata, a cui è intitolata la Fondazione, ci ha trasmesso la scelta di lavorare sul patrimonio culturale come motore di sviluppo delle comunità locali e ha ideato i percorsi di formazione che ancora oggi sosteniamo attraverso l’erogazione di borse di studio.

Infatti il primo impegno è il nostro: ogni anno versiamo una quota degli utili per finanziare borse di studio e sensibilizziamo i singoli individui, gli enti e le aziende a contribuire alla formazione di questi giovani studenti provenienti da territori in crisi o emergenti.

Il tuo contributo è importante per permetterci di offrire accesso a Borse di Studio, tirocini e Corsi di Formazione Specialistica.

Con una donazione libera, di qualsiasi importo, contribuisci a sostenere una giovane o un giovane che intraprendono un percorso di formazione in ambito cultura e valorizzazione del patrimonio:

  • con un contributo tra i 500 e i 1.000€ copriamo i costi di viaggio di andata e ritorno per poter accedere fisicamente al Master
  • con 2.000€ sosteniamo i costi di alloggio di uno studente per un anno
  • con 5.000€ contribuiamo ad una Borsa di Studio

Puoi sostenerci con una donazione a tua discrezione, qualsiasi somma piccola o grande fa la differenza.

Dona ora →

Tramite il lavoro svolto dal Fondo EBLA, abbiamo potuto offrire borse di studio ad alcuni studenti meritevoli provenienti da paesi emergenti che ci hanno raccontato come hanno vissuto il percorso formativo e come questo abbia influito sul loro impegno lavorativo in quanto professionisti di settore.

2021
Erik Bruns (Paesi Bassi) – Master World Heritage and Cultural Projects for Development
Hebatollah Al-Hamid (Siria) – Master World Heritage and Cultural Projects for Development

Hebatollah Al-Hamid (Siria) – Master World Heritage and Cultural Projects for Development

2022

Aicha Knidiri (Marocco) – Master World Heritage and Cultural Projects for Development
Silvia Barlacchi (Italia) – Master Executive Cultura & Salute – Cultural Welfare Center
Nagham Khalil (Libano) – Master World Heritage and Cultural Projects for Development

Aicha Knidiri (Marocco) – Master World Heritage and Cultural Projects for Development

Nagham Khalil (Libano) – Master World Heritage and Cultural Projects for Development

Le Borse di studio che riusciamo a sostenere permetteranno la partecipazione degli studenti beneficiari a:

Entrambi i master, promossi dall’Università di Torino e con cui la Fondazione già collabora in regime di convenzione, pongono il patrimonio culturale al centro del programma di formazione. Il Master internazionale in “World Heritage and Cultural projects for Development”, inoltre, nasce da un’idea di Walter Santagata, che l’ha costruito e diretto per molti anni.

Grazie alla Riforma del Terzo Settore al momento della dichiarazione dei redditi,
I cittadini privati possono:

  • detrarre dall’imposta lorda il 30% dell’erogazione fino ad un massimo di € 30.000 (art. 83, c. 1, D. Lgs 117/2017
  • dedurre l’erogazione in denaro o in natura per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato (art. 83, c. 2. D.Lgs 117/2017)

Le aziende possono:

  • dedurre l’erogazione in denaro o in natura per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato (art. 83, c. 2. D.Lgs 117/2017)

Non beneficiano delle agevolazioni fiscali le erogazioni liberali effettuate in contanti.

Per usufruire delle agevolazioni fiscali è necessario conservare l’attestazione della donazione. La Fondazione Santagata può inviare ricevuta della vostra donazione.

Vorrei essere informato sulle attività di Fondazione Santagata

* campi obbligatori

Donor wall
Francesco B.