Autori

Borrione Paola | Pazzola Giangavino | Ricuperati Gianluigi | Segre Giovanna

Collana

Compagnia di San Paolo

Analisi dei progetti partecipanti al Bando ORA!

L’analisi effettuata sulle candidature al Bando ORA!, è frutto di un gruppo di lavoro esteso, che ha coinvolto lo scrittore Gianluigi Ricuperati e i ricercatori del Centro Studi Silvia Santagata –EBLA in un ricco e fecondo processo di dialogo e confronto con l’Area Innovazione Culturale della Compagnia di San Paolo. Lo studio è stato svolto in connessione con le altre azioni realizzate durante il percorso del Bando: questo ha permesso di capitalizzare le informazioni raccolte per costruire i nuovi internet, in un modello di apprendimento data-driven.

Il lavoro consta di tre parti principali: nella prima vengono analizzati i soggetti partecipanti al Bando e i progetti presentati; la seconda parte ospita due riflessioni, a firma di Gianluigi Ricuperati e Giovanna Segre, rispetto alle prospettive di lavoro di Compagnia di San Paolo al fine di sostenere i soggetti e le organizzazioni che si candidano a produrre cultura; la terza e ultima parte, infine, accoglie due contributi di approfondimento di quelle che per il Bando ORA! sono due delle tematiche principali attorno alle quali si richiedeva la riflessione dei partecipanti, quella della crossdisciplinarietà, a firma di Giangavino Pazzola e quella dell’utilizzo delle nuove tecnologie nell’ambito della produzione culturale a firma di Paola Borrione.

La ricerca completa può essere scaricata dalla sezione del sito di Compagnia di San Paolo dedicata al Bando ORA! tramite il link che segue.

Leggi »
HUL Guidebook

Autori

Fayad Susan | Juma Muhammad | Re Alessio | Rogers Ayesha-Pamela | Veldpaus Loes | Verdini Giulio | Zhou Jian

Collana

World Heritage Institute on Training and Research in Asia and Pacific of Shangai

The HUL Guidebook : UNESCO Historic Urban Landscape Guidebook

Il CSS-Ebla ha contribuito con l’analisi di casi studio applicativi della raccomandazione UNESCO su Historic Urban Landscape, adottata dall’UNESCO nel 2011 al volume “The HUL Guidebook. Managing heritage in dynamic and constantly changing urban environments”.
Il testo, promosso dal World Heritage Institute on Training and Research in Asia and Pacific di Shanghai, è stato presentato alla 15a Conferenza mondiale della Lega delle Città Storiche a Bad Ischl (Austria).
“The HUL Guidebook. Managing heritage in dynamic and constantly changing urban environments” costituisce la prima raccolta internazionale di applicazioni su della Raccomandazione UNESCO ed è il risultato di azioni di ricerca sulla sostenibilità dello sviluppo urbano in relazione al suo patrimonio culturale, svolta da una rete internazionale di uffici UNESCO, città, università ed enti di ricerca di cui il CSS-Ebla fa parte. Raccoglie un’analisi di esperienze pilota condotte in città dei diversi continenti con lo scopo di fornire elementi guida a amministratori e operatori di tutte le città storiche per un corretto approccio alla gestione dello spazio urbano coerente con i principi della comunità internazionale e dell’UNESCO.

Scarica »

Autori

Bertacchini Enrico | Segre Giovanna

Collana

Elsevier Ltd.

Special issue: Culture, Sustainable Development and Social Quality

The issue address the changing paradigm in the economic analysis of cultural production and heritage preservation. New emphasis on the role of creativity in society, the spread of the digital revolution and the reconsideration of culture and heritage as drivers of sustainable development and social quality are radically changing the analytical perspectives and research agenda. The selection of papers, involving some of the leading cultural economic scholars including Benghozi, Cuccia, Greffe, Kakiuchi, Marrelli, Paris, Rizzo, Sacco, Tavano Blessi, Throsby, present several dimensions of such evolving pattern.

Leggi »

Autori

Moreschini Luca | Ramello Giovanni | Santagata Walter

Collana

MiBACT

Valore del marchio UNESCO

E’ stato pubblicato, per la collana dei quaderni del MiBACT, il volume con gli esiti della ricerca “Un marchio per la valorizzazione dei territori di eccellenza: dai siti UNESCO ai luoghi italiani della cultura, dell’arte e del paesaggio”, svolta negli anni passati dal CSS-Ebla con Università degli Studi di Torino e in collaborazione con il MiBACT stesso. Lo studio, che valuta l’impatto sociale ed economico del marchio Patrimonio Mondiale UNESCO, e la sua applicabilità a prodotti e servizi, prende in considerazione casi studio italiani tra cui Langhe e Monferrato, Pienza e Val d’Orcia, Residenze Sabaude e Val di Noto. Il tema degli strumenti per il governo e la gestione delle designazioni UNESCO risulta essere sempre più attuale e riguarda tutto il sistema dei diversi programmi UNESCO.

Scarica »

Autori

Buzio Aldo | Segre Giovanna

Collana

Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne

Tourisme et Diversification Economique Dans Les Sites Du Patrimoine Mondial

Il quinto seminario internazionale dedicato al Turismo sui siti Patrimonio Mondiale UNESCO, “Tourisme et Diversification Economique Dans Les Sites Du Patrimonie Mondial”, si è tenuto a Parigi il 10 dicembre del 2014, ed è stato promosso dalla Chaire UNESCO «Culture, Tourisme, Développement», IREST et EIREST dell’Université Paris-Sorbonne, Association des biens français du patrimoine mondial, Centro del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e ICOMOS France. Il Centro Studi Silvia Santagata – CSS Ebla ha contribuito ai lavori del seminario e al volume con i contributi “A la recherche de voies de développement durable pour le site UNESCO de Venise: Le cas du district culturel de Murano et de sa marque collective” (pp. 61-68) e “Creative atmosphere in Piedmont vineyards: new opportunities for local development” (pp. 108/113).

Scarica »
Progetti culturali e sviluppo urbano

Autori

Colleoni Federico | Friel Martha Mary | Ponzini Davide | Re Alessio | Santagata Walter

Collana

Quaderni Osservatorio Fondazione Cariplo

Progetti culturali e sviluppo urbano. Visioni, criticità e opportunità per nuove politiche nell’area metropolitana di Milano, 2014.

Il CSS-Ebla ha coordinato la ricerca “Progetti culturali e sviluppo urbano. Visioni, criticità e opportunità per nuove politiche nell’area metropolitana di Milano”, commissionata dall’Osservatorio della Fondazione Cariplo.
La vita culturale e creativa dell’area metropolitana di Milano ha una ricca tradizione e, in certi segmenti, mantiene una discreta integrazione con l’economia locale. Negli ultimi anni, però, ci sono stati pochi progetti culturali capaci di far fare un “salto di scala” all’offerta culturale. La ricerca riporta l’analisi delle visioni territoriali che hanno guidato le politiche milanesi di sviluppo urbano negli ultimi quindici anni, le criticità e le opportunità più significative nei diversi ambiti e settori culturali.
Gli esiti della ricerca sono pubblicati nella collana “Quaderni dell’Osservatorio” n. 18 Anno 2014.

Leggi »
Il Governo della Cultura Walter Santagata

Autori

Santagata Walter

Collana

Il Mulino

Santagata W., Il Governo della Cultura. Promuovere sviluppo e qualità sociale, Bologna, Il Mulino, 2014.

La cultura è stata vista di volta in volta nei termini di bellezza che rinfranca e nutre lo spirito, come bene economico che arricchisce il nostro benessere materiale, oppure come base per lo sviluppo di molte industrie creative.

Per Santagata essa ha valore ai fini della qualità della vita e identifica una società più libera dal bisogno economico e più aperta ai valori della solidarietà, della cooperazione e della fiducia. L’idea innovativa insita in questa visione è che la cultura per lo sviluppo non si appiattisce sui mercati e sulle loro regole egoistiche, ma ambisce a promuovere equità e giustizia sociale.

In questo suo ultimo lavoro, Walter Santagata porta a compimento il lavoro di anni, ma non offre solo considerazioni ricavate dalle esperienze svolte come consulente dei ministeri della cultura italiano e francese, spinge il ragionamento per far sì che dai risultati delle ricerche possano scaturire efficaci politiche pubbliche e iniziative istituzionali per ridare alla cultura e alla creatività il ruolo centrale che hanno avuto nella storia del nostro Paese, giungendo a formulare la proposta di un nuovo Ministero per la Cultura.

Anteprima del testo delle prime cinque pagine a stampa del primo capitolo.

Editore: Il Mulino (Collana “Contemporanea”)
Pagine: 184
Anno di pubblicazione: 2014

Atmosfera Creativa: Un modello di sviluppo sostenibile per il Piemonte fondato su cultura e creatività

Autori

Bertacchini Enrico | Santagata Walter

Collana

Il Mulino

Atmosfera creativa, un modello di sviluppo sostenibile per il Piemonte fondato su cultura e creatività, 2012

È possibile che il benessere economico e sociale di un territorio si fondi su creatività e cultura?
È quanto risulta dal rapporto “Atmosfera creativa”, progetto della Fondazione CRT, a cura del Centro Studi Silvia Santagata e della Facolta di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Torino.È sempre più chiaro, oggi, il valore economico generato dalle industrie rivolte alla produzione di beni e servizi culturali e del loro potenziale in termini di crescita rispetto ad altri settori dell’economia: tuttavia per costituire reali attivatori di sviluppo locale nei territori, i settori della produzione culturale devono saper esprimere un”atmosfera creativa. Considerando l'”atmosfera creativa” come un fattore cruciale, il libro si concentra sull’analisi sul campo dei sistemi locali culturali piemontesi, intesi come reti di relazioni economiche e sociali tra i diversi attori privati ed istituzionali, in modo da comprendere il ruolo dei diversi attori nel sistema e l’intensità delle relazioni che un clima innovativo e creativo può produrre.

Con un approccio del tutto nuovo ‘Atmosfera Creativa’ disegna una mappa delle eccellenze e delle criticità piemontesi delle industrie culturali, offrendo spunti di riflessione e proponendo azioni a sostegno dei settori analizzati.

Ogni micro mondo, ogni distretto, quando “respira” atmosfera creativa – frutto di un’intensa circolazione di idee su prodotti, espressioni artistiche, bisogni dei consumatori, innovazioni tecnologiche, modelli di business, design industriale e ricerca della qualità – è in grado di avviare un processo virtuoso di crescita creativa.

Il modello di sviluppo che emerge dal rapporto si fonda sulla creatività diffusa: l’area metropolitana di Torino, che concentra molte delle attività culturali, e un tessuto di distretti e territori che ha saputo elaborare autonomamente le istanze creative, in maniera complementare all’esperienza cittadina.

In tutte queste realtà sono fioriti esempi di “atmosfera creativa”: in cui le forze dello sviluppo locale dispiegano vantaggi reciproci, positivi e condivisi, atti a generare opportunità, produrre innovazione e favorire l’espressione di creatività.

Autori

Bertacchini Enrico | Santagata Walter

Collana

Working Papers EBLA Centre

Creative Atmosphere: cultural industries and local development

The aim of the paper is to develop an analytical framework for understanding and measuring the impact of cultural industries and creative activities in local development. Despite the great debate on the importance of cultural and creative industries in policy, academic and business circles, we still lack a grounded theoretical model to understand how these activities contributes to local development and how far enhancement of culture-based creativity may be linked to certain social and economic configurations in these industries. In order to better understand the role of cultural industries in local development we propose a novel framework, which tries to depict the main actors and structure of local systems of cultural production and under what conditions such systems are able to generate and express creative atmosphere.

Scarica »