Le organizzazioni e le istituzioni culturali hanno un ruolo fondamentale nel supportare un’equa transizione ecologica di territori e comunità, a partire da una maggiore consapevolezza dei temi collegati alla crisi climatica in corso, passando attraverso l’adattamento dei processi interni agli enti e a un’efficace gestione delle filiere produttive di riferimento, nell’ottica di ridurre gli impatti ambientali e stabilire reti funzionali tra diversi settori economici e culturali.

Fondazione Santagata sviluppa progetti di ricerca, formazione, valutazione e supporto rispetto al necessario adattamento alla crisi climatica, e al rapporto tra patrimonio culturale, naturale e transizione sistemica. In particolare, il lavoro della fondazione si focalizza sui processi interni alle organizzazioni culturali e ai territori, sul coinvolgimento attivo delle nuove generazioni, e sull’avviamento di un processo strutturato di decarbonizzazione, al fine di ridurre gli impatti ambientali e promuovere uno sviluppo equo e duraturo.

Fondazione Santagata è membro della Rete “Sustainable Development Solutions Network (SDSN)” delle Nazioni Unite e del “Climate Heritage Network